La scom La comunità di Cisterna è scossa quanto incredula per la morte di Moses Kamara, 17enne originario della Sierra Leone, da anni residente a Cisterna insieme ai genitori e ai fratelli. Il ragazzo è venuto a mancare a seguito di un malore accusato sabato pomeriggio a Roma mentre giocava a basket. E proprio insieme al fratello maggiore Joseph ed alcuni amici, si era recato nel famoso Playground street nel quartiere di San Lorenzo. Non un posto qualunque, ma uno dei più belli street park riservato agli amanti della pallacanestro. E per Moses il pallone a spicchi era una vera passione, tanto che lo scorso anno si era anche allenato con la squadra della città. Sabato pomeriggio il gruppetto di amici stava giocando quando il 17enne ha avvertito stanchezza e una volta seduto sul muretto per riposare, ha accusato il malore che ne ha poi causato il decesso. In pochi minuti si è passati dalla gioia di una giornata diversa dalle solite alla tragedia. I soccorritori hanno provato disperatamente a rianimare il giovane per oltre quaranta minuti, ma ogni tentativo è stato vano. Sotto shock il fratello e gli amici.

Dopo l'iscrizione alla squadra della città, la Fortitudo, il giovane non avrebbe superato i test per disputare le gare agonistiche.