Nei giorni scorsi il Tribunale di Roma – Sezione Specializzata Misure di Prevenzione, ha emanato un Decreto applicativo della misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di polizia, con obbligo di soggiorno nel comune di residenza per anni due, nei confronti di un cittadino italiano residente in Aprilia, F.C. di anni 39, già gravato da numerosi precedenti penali e di polizia.

All'emissione del provvedimento si giungeva a seguito della proposta formulata dal Questore di Latina Michele Spina, nell'ambito della costante e incisiva attività di monitoraggio e prevenzione dei reati contro le donne e le vittime vulnerabili e di soggetti responsabili di reati violenti.

Il Tribunale di Roma, pertanto, concordando con le richieste elaborate dalla Questura, emetteva nei confronti del citato pregiudicato, attualmente detenuto, la misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S. con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza per due anni, con l'ingiunzione di non rincasare più tardi delle ore 21.00 e di non uscire di casa prima delle ore 7.00.

L'uomo, infatti, era solito reiterare comportamenti persecutori e causare lesioni nei confronti delle donne a lui legate, nel corso degli anni, da rapporti sentimentali, che hanno portato, inoltre, alla sua recente carcerazione per il mancato rispetto del divieto di avvicinamento alle parti offese lui comminato dalla competente Autorità giudiziaria.

La misura di prevenzione, che sarà notificata in carcere da personale della Polizia Penitenziaria, avrà decorso all'atto della sua scarcerazione.