Ventiquattro persone controllate e quattro attività commerciali passate al setaccio: questo il bilancio dell'attività di controllo dei carabinieri tra Anzio, Nettuno ed Ardea per garantire il rispetto delle norme per il contenimento e la gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 nel territorio.
Nell'operazione, i militari hanno denunciato e sanzionato la titolare di un bar per aver impiegato, come dipendente, sua figlia 14enne, sprovvista anche di Green Pass.
L'intervento dei militari rientra in una più vasta operazione che ha interessato la Capitale e l'hinterland romano, con i carabinieri del Nas che hanno elevato multe a gestori di ristoranti per carenze igieniche e strutturali. I militari hanno eseguito anche controlli presso il capolinea dei bus in arrivo da Roma e presso le attività commerciali. Controllate 172 persone, 23 delle quali sanzionate per mancato utilizzo della mascherina FFP2 e 9 per mancato possesso del Green Pass.