Lo sgombero della sede di Casapound Latina previsto inizialmente per domani, 5 aprile, è stato rinviato a data da destinarsi. Lo annuncia in una nota la Questura di Latina.

"In sede di tavolo tecnico tenutosi presso la Questura, d'intesa con il Sig. Prefetto, si è stabilito che L'Ufficio Notifiche Esecuzione Protesti del Tribunale di Latina, in accordo con la società Enel, proprietaria dell'immobile ubicato in questa via XVIII dicembre, attuale sede di CasaPound, conceda un breve rinvio dello sfratto del citato immobile, inizialmente previsto per domani 5 aprile, anche al fine di  consentire alla direzione del movimento di individuare nuovi locali".