Sentirsi mortificati, per aver fatto il proprio dovere. Questo mi è accaduto oggi. Sono giorni che contatto persone, a Formia per una locazione. Impresa ardua credetemi. Ma,mai mi sarei immaginata di ricevere un rifiuto perché sono sotto scorta". È quanto denuncia dalla sua pagina Facebook la giornalista Marilena Natale, sotto scorta per le minacce ricevute dalla camorra. 

"Dopo aver parlato con un signore, gli spiego tutte le mie esigenze.Lui disponibilissimo, mi spiega tutto. Alla fine quando stiamo per chiudere, gli dico che sono una giornalista e che vivo sotto scorta. Senza nemmeno pensarci due volte, il signore mi risponde, mi spiace ma : 'non posso affittare la casa, sa i carabinieri possono destabilizzare gli altri ospiti che si possono impressionare'. Io sconcertata ho chiuso la conversazione. Morale della favola a Formia sono ben accetti i Bardellino,Giuliano,gli Esposito,i Bidognetti i Mallardo ma non Marilena Natale tirate voi le somme"