Ricercato da tre anni, continuava a guidare su è giù per l'Italia, trasportando e consegnando merci con un tir. E quando nelle scorse ore è stato fermato dagli agenti della Polizia stradale del commissariato di Orvieto, per un normale controllo di routine su strada, ha cercato di far finta di nulla, sperando che oltre alle verifiche sul mezzo pesante, gli agenti non si accorgessero di quell'ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Velletri pendente su di lui per il reato di appropriazione indebita più di tre anni fa. Una speranza però risultata vana. L'attività condotta dagli agenti della sezione umbra infatti, ha permesso di arrestare l'uomo, un 55enne originario dell'est Europa e per anni residente sul territorio, dove svolgeva anche l'attività di autotrasportatore.

Qualche giorno fa, il camionista è stato fermato alla guida di un tir lungo l'autostrada A1 (anche nota con il nome di Autostrada del Sole), nel tratto di competenza degli agenti di stanza ad Orvieto. Visto il tir sulla corsia di marcia, i poliziotti lo hanno fatto accostare alla prima piazzola utile. E una volta fermi, gli agenti hanno esaminato i documenti di circolazione del mezzo, nonché la merce trasportata sul rimorchio.
Sia il mezzo che il carico sono risultati regolari, ma i successivi accertamenti eseguiti sulle generalità del 55enne hanno fatto emergere l'ordinanza di carcerazione del Tribunale di Velletri. Anche gli ulteriori approfondimenti, effettuati sui terminali del Commissariato della città umbra, hanno confermato che il camionista era una persona ricercata da tre anni.

Il 55enne è stato così tratto in arresto e dopo aver espletato tutte le formalità di rito è stato condotto nella casa di reclusione di via Roma ad Orvieto. Con l'arresto del camionista, il mezzo pesante è stato trasportato temporaneamente in una rimessa.
In queste ore l'attività di indagine degli agenti della Polizia stradale di Orvieto è proseguita con ulteriori accertamenti sul mezzo che sui trasporti effettuati.