Sono 144 gli anni di condanna chiesti ieri dai pubblici ministeri Musarò e Buontenmpo al giudice per l'udienza preliminare di Roma, Matasca per gli imputati che nel marzo dello scorso anno finirono in manette tra Aprilia e Pomezia. Una inchiesta coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia e condotta dai Carabinieri del Reparto territoriale di Aprilia con i colleghi di Latina e della Capitale su un'associazione per delinquere finalizzata al traffico di cocaina, hascisc e marijuana e alla produzione di crack. Un sodalizio che gli inquirenti ritenevano in grado di trafficare droghe in grosse quantità. Basti pensare che durante le indagini in alcuni blitz vennero sequestrati addirittura 2,5 chili di cocaina e 226 chili di hascisc.