Danneggiare gli uffici del palazzo comunale di Minturno continua ad essere una delle pratiche più diffuse, visto l'episodio che si è verificato l'altra mattina.

Un trentasettenne di Formia, infatti, ha danneggiato la vetrata dell'ufficio servizi sociali, lanciando delle pietre, che fortunatamente non hanno ferito nessuno. Un modo violento per far valere le sue ragioni, che sono costate all'uomo, già noto alle Forze dell'Ordine, una denuncia da parte dei Carabinieri della stazione di Minturno.

Una reazione ingiustificata da parte del trentasettenne, che accusava gli operatori del Comune di non avergli versato la pensione di invalidità erogata dall'Inps. Una brutta pagina di violenza che vede protagonista una persona che, comunque, dovrebbe essere seguita, in considerazione delle reazioni che ha avuto e che, solo per fortuna, non hanno provocato conseguenze fisiche. L'ultimo episodio è stato preceduto da un altro, avvenuto il mese scorso, con l'uomo che, trovando la porta aperta dell'ufficio servizi sociali, danneggiò un'altra porta interna, con un pugno. Nei suoi confronti dovrebbero essere adottati provvedimenti più stretti, poiché è tutt'altro da escludere il fatto che non si ripetano episodi di violenza nei confronti degli operatori comunali preposti, che non possono lavorare col timore di trovarsi di fronte qualcuno che può procurare loro delle conseguenze. In passato purtroppo si sono verificati altri episodi da parte di persone che protestavano, a modo loro, per presunti torti subiti, con danneggiamenti ad uffici e materiale vario.