«Maggiore attenzione per Campo Boario». A chiederlo sono gli abitanti del quartiere che occupa la zona nord di Latina: loro hanno portato alla luce una serie di problemi che restano ancora in attesa di soluzione. «Attendiamo un intervento necessario ed invocato da tempo e invitiamo l'amministrazione a non preoccuparsi soltanto di abbellire il centro, le zone residenziali della città e, in vista dell'arrivo dell'estate, la Marina, ma di preoccuparsi anche dei quartieri dove la gente vive». Come quello di Campo Boario, appunto.

«Manca la segnaletica orizzontale, soprattutto in via Milazzo e nelle strade del circondario, e quindi via Marsala, via Lepanto, per arrivare a piazzale Berlinguer e viale Giulio Cesare, solo per citare le arterie più grandi e a maggiore percorribilità - hanno sottolineato i residenti della zona - I marciapiedi sono impercorribili perché invasi dalle erbacce, anche a ridosso di piazzale Carturan. Il nostro quartiere - hanno aggiunto - ha bisogno di un immediato intervento di pulizia. Siamo davanti ad un vero e proprio scempio. A proposito di piazzale Berlinguer, c'è una perdita che va avanti da mesi: acqua che esce di continuo, abbiamo segnalato il guasto, ma non ci hanno nemmeno risposto».

In ambito di segnaletica il problema diventa ancora più grosso quando si parla del transito di mezzi pesanti. «La totale assenza di segnaletica non vieta il traffico ai camion oltre i 49 quintali che, di conseguenza, passano indisturbati da queste parti: provocano vibrazioni ai fabbricati, creano danni alle abitazioni, alle stesse strade, con pezzi di asfalto che schizzano ovunque».

Ma non è finita qui. «Cassonetti fatiscenti, zone diventate a tutti gli effetti discariche a cielo aperto, manto stradale "abbellito" da crateri lunari. E torniamo a piazzale Carturan dove i platani non sono potati da oltre 20 anni: rami e foglie che coprono anche quei pochi cartelli stradali rimasti, diventati invisibili. In parole povere viviamo in un quartiere lasciato al degrado. E la colpa è del Comune, a partire dal sindaco per arrivare all'assessore al decoro urbano. In tanti anni non si erano mai viste cose simili».

Un ultimo appello viene fatto anche alle forze dell'ordine per portare alla luce «una questione di cui non tutti sono a conoscenza - hanno sottolineato gli abitanti del quartiere - in via Del Metano la fabbrica abbandonata (fuori uso da anni) è diventata la dimora di stranieri che la stanno occupando e l'hanno trasformata in un vero e proprio ricovero. Invitiamo le istituzioni a venire qui da noi per dare un'occhiata».
Noi un'occhiata siamo andati a darla e ci siamo resi conto che Campo Boario è trattato, a tutti gli effetti, come un quartiere di serie B.