Chiedono che venga fatta piena luce sulle cause dell'incidente sul lavoro. I familiari di Boris Kandjikov, il giovane operaio bulgaro morto a Borgo Sabotino, rappresentati dall'avvocato Ferminia De Bonis, hanno fiducia nella magistratura e chiedono che vengano accertate eventualità responsabilità. Il padre e la madre del giovane sono tornati in Bulgaria, insieme alla sorella di Boris ed è proprio nel suo paese d'origine che saranno celebrati i funerali del ragazzo, folgorato da una forte scarica che non gli ha lasciato scampo.

Il dramma nel giro di una manciata di secondi era avvenuto in via Astura tra i filari in un campo fotovoltaico di proprietà di una azienda di Bolzano e la cui manutenzione spettava ad una società di Bari. La morte del ragazzo era stata praticamente istantanea.
Sabato si è svolta l'autopsia e la salma è stata dissequestrata. Una volta che si conosceranno i risultati tra novanta giorni - dopo che il medico legale Maria Cristina Setacci avrà depositato le conclusioni - il quadro investigativo per il magistrato inquirente Giuseppe Bontempo sarà molto più chiaro. Al momento c'è un'indagine aperta come è previsto in questi casi per il reato di omicidio colposo e una persona, la responsabile del campo fotovoltaico, è indagata a piede libero. Al vaglio il rispetto di tutte le norme di sicurezza nella struttura e anche altri punti tra cui l'inquadramento professionale di Boris.

Sono diverse le zone d'ombra tra cui una su gli inquirenti vogliono accendere un faro quando i due colleghi hanno scoperto il corpo senza vita di Boris l'impianto era completamente disattivato. I familiari del 36enne hanno nominato un medico legale, così come la persona finita sul registro degli indagati ha dato l'incarico di una consulenza medica di parte. Le indagini sono affidate ai Carabinieri della stazione di Borgo Sabotino insieme ai tecnici dell'Ispettorato del Lavoro e gli ispettori della Asl. La vittima era regolarmente assunta da una azienda pugliese. La scoperta del corpo era avvenuta alle 14 a quanto pare al cambio di turno.