Ultimo atto in Tribunale a Latina del processo per il riciclaggio di supercar che si è concluso nei giorni scorsi davanti al Collegio Penale presieduto dal giudice Gian Luca Soana. Dopo che nell'udienza di marzo la pubblica accusa aveva tirato le somme ricostruendo i fatti e formulando le sue richieste di condanna, in aula la parola è passata al collegio difensivo che ha cercato di scardinare le accuse, tentando di sconfessare la prospettazione degli inquirenti. Al termine della camera di consiglio il presidente ha letto il dispositivo: cinque anni per Salami Nabil, quattro anni per Lulid Abdel, Jali e infine tre anni per Andrea Besco.

Per conoscere le motivazioni della sentenza ci vorranno novanta giorni, scontato che una volta che saranno depositate, le difese impugneranno tutto in Corte d'Appello. L'indagine dei Carabinieri della Compagnia di Latina si era snodata tra la provincia pontina e l'estero e affonda le radici nel 2011: aveva portato alla scoperta di un giro di supercar rubate e clonate che arrivavano all'estero fino a Tangeri.

Gli investigatori erano riusciti a tracciare le rotte delle auto finite al centro degli accertamenti, ripercorrendo il giro. Alla fine, a distanza di diversi anni dai fatti, anche se per alcuni reati c'è la prescrizione è stata messa la parola fine a tutta la vicenda. Non è questa la prima inchiesta sul fronte del riciclaggio di auto portata a termine in provincia di Latina.

Alcuni mesi fa in questo caso gli agenti della Polizia Stradale di Latina avevano disarticolato nel corso dell'operazione denominata Marrakech Express un sodalizio specializzato nel riciclaggio di suv di lusso in alcuni casi noleggiati e non restituiti e che finivano all'estero.
Questa inchiesta è stata già chiusa e si sta svolgendo il processo in Tribunale dove hanno deposto diversi testimoni tra cui gli appartenenti alla polizia giudiziaria che hanno monitorato Range Rover Velar, Audi, ma anche Toyota Rav 4 e Porsche che avevano il telaio contraffatto, la targa clonata e un motore diverso rispetto a quello previsto.