Ha patteggiato la pena a un anno e sei mesi uno degli imputati per l'attentato ai danni della ex consigliera comunale Maria Ciolfi. La richiesta è stata formulata ieri mattina dall'avvocato Oreste Palmieri, difensore di Gianni Mastrostefano, l'uomo che nel capo di imputazione viene identificato come il mandante dell'azione punitiva nei confronti della Ciolfi, cui fu incendiata l'auto intestata al marito. Entrambi sono stati ammessi quali parti civili oltre al Comune di Latina, rappresentato dall'avvocato Francesco Cavalcanti. E' stato invece rinviato a giudizio l'altro imputato del blitz incendiario, Valentino Mandrelli, 43 anni di Velletri.


Il processo a suo carico prenderà il via il prossimo 28 settembre e in quella sede bisognerà ricostruire la sequenza dei fatti avvenuti il 12 settembre 2019.