Arresto convalidato e divieto di avvicinamento alla parte offesa. E' quello che ha deciso ieri mattina al termine della camera di consiglio il giudice Fabio Velardi nei confronti di Matteo Baldascini, 19 anni di Latina, arrestato dalla Polizia per aver picchiato una ragazza di 17 anni al termine di una discussione, coinvolto in passato in altri episodi di violenza.

Teatro della grave aggressione il Lido di Latina in località Capo Portiere. Ieri mattina in Tribunale si è svolto il processo per direttissima e l'avvocato Alessia Vita, che assiste il giovane, ha chiesto i termini a difesa. Il processo alla fine è stato rinviato al prossimo otto settembre.


La Procura e il pubblico ministero Giuseppe Miliano, titolare del fascicolo, avevano chiesto come misura cautelare quella degli arresti domiciliari, alla fine il giudice per la giovane età dell'imputato dopo aver convalidato l'arresto ha disposto come provvedimento il divieto di avvicinamento. Nel corso dell'udienza il 19enne ha deposto e ha chiesto scusa per quello che è successo. Ha detto di aver litigato con la ragazza e che, anche sotto l'effetto dell'alcol, non si è reso conto di quello che ha fatto. Erano stati gli agenti della Squadra Volante impegnati nei servizi di controllo del territorio, ad intervenire nel cuore della notte e a ricostruire i fatti in occasione di un evento che a Latina Lido aveva attirato moltissimi ragazzi: nel giro di poco tempo il 19enne era stato individuato e portato in Questura in stato di fermo.