Il ritrovamento di materiale ferroso sommerso in mare, a poca distanza dal bagnasciuga, all'altezza del secondo chiosco nel tratto di lungomare tra Capoportiere e Rio Martino, ha fatto scattare l'interdizione della balneazione nel tratto di mare interessato dalla presenza di quelli che sembrano essere scarti, la cui natura però non è ancora certa.

A disporre l'ordinanza di interdizione dello specchio d'acqua è stata la Capitaneria di Porto di Terracina in seguito alla segnalazione pervenuta dalla Guardia Costiera della sezione distaccata di Latina Rio Martino, che a sua volta ha ricevuto la notizia del rinvenimento del materiale ferroso. Il punto esatto è stato individuato a circa sessanta centimetri di profondità, distante circa dieci metri dalla battigia, nello specchio acqueo antistante alla spiaggia del chiosco Appeal Beach. L'ordinanza resterà in vigore fino alla rimozione del materiale pericoloso che ha richiesto l'adozione dell'interdizione.