La scena si sta ripetendo con una frequenza allarmante. Barcollano e poi cadono.
A Ferragosto stessa spiaggia, stesso mare, stesso sballo. Alcol e droga per divertirsi e svagarsi. Ragionano così gli adolescenti che si sono ubriacati al punto da richiedere l'intervento di medici e infermieri del 118.
Il fenomeno di giovani e minori che convivono con la cultura dello sballo è in netto aumento a Latina e provincia. Anche nella notte tra il 14 e il 15 agosto sono arrivate decine di richieste di intervento da tutto il litorale pontino a partire dalla Marina di Latina dove sono stati segnalati diversi casi di ragazzi in condizioni psicofisiche preoccupanti per l'eccessivo consumo di alcol. Le conseguenze potevano essere drammatiche ma fortunatamente è stato evitato il peggio.
Molte le segnalazioni pervenute anche da San Felice Circeo, oppure Terracina. Sono stati diversi i casi di minori che hanno bevuto vino, birra, vodka e superalcolici e che si sono sentiti male. In alcune circostanze le provviste per «fare serata» sono state fatte qualche giorno prima di Ferragosto da qualche amico della stessa comitiva che ha compiuto 18 anni. Si è abbassata l'età dei ragazzi soccorsi inoltre una buona percentuale è rappresentata da turisti in vacanza sulla costa pontina, da Foce Verde fino a Terracina. Anche tre anni fa un gruppo di adolescenti che aveva festeggiato il Ferragosto in spiaggia aveva chiesto aiuto ed erano intervenute le ambulanze. Si erano sentiti tutti male. L'età del primo bicchiere si è sensibilmente abbassata e può arrivare a 12 anni e come è noto l'abuso di alcool tra gli adolescenti porta a conseguenze gravissime. Nell'agosto del 2021 per due ragazze di Latina di 14 e 15 anni si era reso necessario l'intervento di una ambulanza del 118 in corso Matteotti a due passi da piazza del Popolo per un' aggressiva intossicazione da alcol. Una delle due adolescenti, il cui quadro clinico era più complicato, era stata trasportata e ricoverata in ospedale al Santa Maria Goretti. Anche questo episodio era stato emblematico riguardo alla facilità con cui i giovanissimi riescono a procurarsi i superalcolici.