Si contano i danni del maltempo e il Comune di Latina ha avviato la procedura per la richiesta dello stato di calamità. A distanza di 48 ore dalla tempesta di Ferragosto, la situazione sta lentamente tornando alla normalità anche se c'è da sottolineare che l'allerta gialla fa scattare nuovamente l'allarme in tutto il territorio pontino. Le immagini che sono arrivate in questi giorni testimoniano la furia della violenta tromba d'aria. Le raffiche di vento hanno sfiorato quasi i cento chilometri orari. La tempesta ha buttato giù gli alberi, ha scoperchiato le serre di aziende agricole e i tetti delle case. L'effetto è stata la circolazione in tilt e i problemi alle linee telefoniche con alcune zone che sono rimaste isolate. Anche ieri il lavoro dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile è andato avanti. Tutte le strade dalla Litoranea alle Migliare, travolte dalla tromba d'aria sono state liberate e sono in corso i lavori di riparazione del muro di cinta della caserma dei Carabinieri di Borgo Grappa danneggiata da un pino.


Le attività commerciali della Marina che si erano riprese dopo il Covid, ritrovando una nuova spinta in un periodo così importante come Ferragosto sono in ginocchio. Il Comune di Latina a beneficio dei proprietari e di chi ha subito i danni dal maltempo ha avviato l'iter per chiedere insieme ai comuni di Sabaudia e San Felice Circeo lo stato di calamità naturale e inviare la segnalazione alla Regione Lazio. Il Comune di Latina invita le aziende ma anche i privati a inviare una formale segnalazione con la relativa quantificazione dei danni subiti utilizzando uno specifico modulo e inviandolo al seguente indirizzo pec servizio.polizialocale@pec.comune.latina.it. Le segnalazioni vanno inviate entro e non oltre il 22 agosto. Il modulo per il riconoscimento dei danni è scaricabile al seguente link: comune.latina.it. Intanto per le prossime ore è scattata una nuova allerta maltempo. Caldo soffocante e temporali.
La Protezione civile ha sottolineato che: «I fenomeni saranno accompagnati da forti raffiche di vento e frequente attività elettrica».