Ci vorranno novanta giorni per conoscere i risultati dell'autopsia e dare una risposta alla morte di Francesca Testana, la ragazza di 26 anni di Aprilia, madre di due figli, deceduta all'improvviso l'altra notte nel locale El Paso mentre era insieme ad alcune amiche e alla sorella. Era uscita per trascorrere una serata all'insegna del divertimento e dell'allegria. Nel giro di pochi istanti dalla festa si è passati ad un dramma a cui nessuno riesce a dare una spiegazione.

La giovane si è alzata e poi si è accasciata a terra, colpita da un malore, un arresto cardiaco, una aritmia fulminante. Non si è più rialzata nonostante un tentativo di rianimazione durato oltre 30 minuti come confermato ai Carabinieri da alcuni testimoni.

Il dramma ha sconvolto tutti. Francesca era uscita dal Covid da alcuni giorni. «Siamo distrutti - ha detto il padre della ragazza con un filo di voce ieri mattina a Latina - cerchiamo di capire cosa sia successo».

Il pubblico ministero Claudio De Lazzaro, titolare dell'inchiesta, ha aperto un fascicolo e ha disposto l'esame sul corpo per fare piena luce sulle cause della morte della ragazza. L'autopsia è stata eseguita dal medico legale Alessandro Tavone e gli accertamenti saranno complessi perchè sono molti gli aspetti da chiarire.

La ragazza non aveva assunto alcol e sostanze stupefacenti come hanno anche confermato gli amici presenti alla tragedia. Nulla lasciava presagire ad un epilogo così drammatico.

E pensare che Francesca era contenta perchè da diversi giorni era guarita dal Covid, come racconta chi l'ha conosciuta, ma non emerge - in base ai primi riscontri - alcun tipo di legame con il decesso.

Era una ragazza piena di vita e legata alla famiglia. Già oggi si potrebbe conoscere la data dei funerali per dare l'ultimo saluto alla ragazza. Francesca viveva nella zona di via Carroceto ad Aprilia, lascia il padre, la madre, la sorella, il marito e i due figli piccoli di 3 e 5 anni.

Il medico dovrà accertare se per caso la ragazza avesse sofferto in passato di qualche patologia in particolare.

Ai familiari in queste ore sta arrivando il sostegno di moltissime persone, c'è un intervento con un post su Facebook dell'Assessore ai lavori pubblici Luana Caporaso di Aprilia che scrive. «Dinnanzi alla morte solo il silenzio. Un silenzio in cui mi sono rifugiata per rispetto ma anche per metabolizzare ed elaborare la scomparsa improvvisa di una giovane concittadina. Esprimo condoglianze e vicinanza alla famiglia di Francesca ma invito al silenzio tutti coloro che senza diritto stanno commentando e giudicando le azioni di una giovane ragazza, madre, donna e libera».