Un lunghissimo applauso carico di commozione e di dolore ha accolto il feretro di Francesca Testana, la giovane ragazza di Aprilia morta durante una serata con la sorella e gli amici in un ristopub di Latina. Questo pomeriggio centinaia di persone si sono ritrovate nella chiesa di San Michele Arcangelo e Santa Maria Goretti per i funerali della 26enne, che lascia un marito e due figli.

La bara bianca, adornata da tantissimi fiori, è stata accolta sul sagrato da un lungo applauso da parte dei tantisismi amici accorsi in piazza Roma per dare un ultimo saluto e per dare conforto ai familiari e ai parenti. E la città di Aprilia si è fermata per tributare un omaggio alla sfortunata ragazza. Francesca è morta a soli 26 anni. Non era drogata, non era ubriaca, stava ballando, libera, spensierata, come deve fare una ragazza alla sua età.

L'autopsia per il momento ha accertato che la probabile causa di morte è un arresto cardiaco legato ad una aritmia. Cosa l'abbia causata è qualcosa che dovrà emergere dagli altri esami che sono stati effettuati dal medico legale incaricato dalla Procura di Latina.