Scatta la stretta da parte della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Latina sui furbetti che non pagano il canone della Rai. I militari di Palazzo Emme, nell'ambito di un mirato servizio di controllo del territorio per la prevenzione dei reati di natura economico - finanziaria, che danneggia sempre più spesso gli imprenditori onesti, sono stati impegnati in una serie di controlli a tappeto per accertare il regolare pagamento del canone della Rai. In questo caso si tratta dell'abbonamento speciale presso i pubblici esercizi.

Come fanno sapere in una nota da Palazzo Emme. «La comminazione è relativa alla sanzione per il mancato pagamento del tributo nel 60% dei casi». A differenza della tassa ordinaria, che a partire dal 2016 viene inserita nella bolletta della luce, il canone speciale si paga attraverso un apposito bollettino o domicilio bancario. 

Come fa sapere in una nota la Guardia di Finanza, l'operatività e la trasversalità dell'intervento delle fiamme gialle conferma anche nel periodo estivo la grande attenzione posta dalla Guardia di Finanza alle attività di vigilanza e controllo economico del territorio e alle segnalazioni dei disagi lamentati dalla cittadinanza, fondamentali anche in via preventiva per acquisire dati, notizie ed informazioni da utilizzare per l'orientamento dell'attività operativa nel contrasto all'evasione fiscale e agli altri illeciti economico finanziari».