Due turisti francesi, un cinquantenne e il figlio di dodici anni, si sono ritrovati a vivere una disavventura del tutto inaspettata sul lungomare di Latina, rimasti in costume, senza nient'altro, perché i soliti ignoti hanno rubato il loro camper mentre si trovavano in spiaggia. È successo lunedì sera nella zona di Rio Martino, dove li ha notati mentre vagavano spaesati sul lungomare, un cittadino di Borgo Grappa che parla francese e si è preso cura di loro, dopo essersi fermato intuendo che avessero bisogno di aiuto. Una volta capito cosa era successo, li ha fatti salire in macchina e li ha accompagnati nel centro del borgo, dove ha trovato due giovani Carabinieri del Comando stazione di Borgo Grappa liberi dal servizio che si sono offerti a loro volta di aiutare i due turisti in difficoltà.

Grazie quindi all'uomo che ha fatto da interprete è stata ricostruita la vicenda, permettendo anche di formalizzare la denuncia e avviare le ricerche della casa viaggiante rubata, tutt'ora in corso. Ma nel fattempo si era già messa in moto la macchina della solidarietà, con i carabinieri e il cittadino che si sono dati da fare per aiutare i due turisti, rimasti letteralmente in mutande. In poco tempo sono stati forniti loro degli abiti e un pasto, poi la colletta per aiutarli a pagare la corsa in taxi per raggiungere l'aeroporto. Un gesto di umanità che mette in luce la sensibilità della comunità latinense e sintetizza i valori sui quali si basa lo spirito di dedizione dei Carabinieri.