Le strade pontine sono sempre più pericolose, di certo non per lo stato in cui versano le infrastrutture, ma soprattutto a causa dei comportamenti di guida pericolosi, condizionati pesantemente dalla distrazione che accomuna troppi automobilisti. Gli ultimi incidenti rivelano appunto come la scarsa prudenza sia dilagante, ma quello che è capitato l'altra mattina a un ciclista trentenne del capoluogo rivela quanto la situazione, sul fronte della sicurezza stradale, sia ormai critica: a travolgerlo mentre pedalava con la sua due ruote, è stato un automobilista che ha attraversato un incrocio col rosso, oltretutto circolando con una vettura sprovvista di copertura assicurativa.
«Credo che la situazione sia preoccupante, c'è troppa gente pericolosa in giro - si sfoga il trentenne coinvolto nell'incidente dell'altra mattina - Dopo essere stato travolto dall'auto, il conducente mi ha detto tanto candidamente di non avermi visto, ma è incredibile perché è passato col rosso. Per fortuna avevo il casco, ma la mia bicicletta è da buttare, anche perché non è la prima volta che mi capitava un incidente del genere. Già lo scorso anno ero stato urtato da una vettura guidata da una donna, nella zona del litorale, che si era fermata qualche centinaio di metri più avanti per chiedermi se avevo bisogno di aiuto, perché doveva portare la figlia piccola al mare.