C'è una pista che gli investigatori stanno battendo per fare chiarezza sull'agguato a colpi di mazza da baseball di lunedì sera in via Giulio Cesare, aggressione alla quale un ragazzo della zona è sfuggito appena in tempo, scappando dalla furia dell'uomo che lo ha inseguito fino all'ingresso della pizzeria dove è riuscito a rifugiarsi. Una pista che ruota attorno alla descrizione piuttosto dettagliata dell'auto utilizzata dall'aggressore, prima per inseguire la vittima e poi per allontanarsi per evitare l'arrivo della Polizia.
Sull'inquietante episodio è in corso un'indagine della Squadra Mobile. Nel giro di poche ore, col supporto della Squadra Volante, gli investigatori del questore Michele Maria Spina sono riusciti a identificare la vittima e stanno analizzando una serie di elementi raccolti nell'immediatezza dei fatti per stringere il cerchio sull'autore dell'aggressione, ovvero individuare il movente. In realtà il giovane oggetto del pestaggio è riuscito a evitare il peggio scappando a piedi quando ha incontrato l'uomo e si è ritrovato a fare i conti con la sua violenza. I due si sono incrociati nella zona di Campo Boario, dove abita il giovane, e per questo non è escluso che l'altro lo stesse cercando, tenendo conto del fatto che l'aggressore aveva con sé una mazza da baseball ed era pronto a usarla.