Avevano l'obbligo di restare aperti e invece hanno violato l'ordinanza. La chiusura in anticipo della stagione con i cancelli chiusi è costata alla fine una sanzione amministrativa pari a 1032 euro per tre stabilimenti e un chiosco della Marina. A fare la scoperta durante un mirato controllo sono stati gli investigatori del personale della Guardia Costiera di Terracina della sezione distaccata di Rio Martino. Si sono presentati sul Lungomare per accertare il rispetto dell'obbligo di apertura fino al 15 settembre imposto a tutte le strutture, sulla scorta dell'ordinanza comunale, (la numero 56 del 2022) ed è arrivata la scoperta. Il servizio ha riguardato anche la regolare presenza dei bagnini e del servizio di salvataggio «un presidio di sicurezza di fondamentale importanza per la tutela della vita umana in mare anche nella fase finale della stagione» fa sapere la Guardia Costiera in una nota.