Borgo Grappa porta ancora i segni tangibili della tromba d'aria che l'ha travolto il 16 agosto scorso. In particolare fa discutere il fatto che a distanza di quasi due mesi non sia ancora stato ripristinato l'uso dei luoghi pubblici, come ad esempio il parco al centro del borgo dedicato ai caduti in guerra. Impossibile raggiungere il monumento a causa di un enorme pino buttato giù dal vento e non ancora rimosso. L'albero secolare ha abbattuto parte del muretto di cinta e divelto un faretto della pubblica illuminazione. Oltre ad essere pericoloso, impedisce l'accesso all'area pubblica. Monta quindi la rabbia di alcuni residente che chiedono interventi, non solo per una questione estetica e di fruibilità dei luoghi, ma anche e soprattutto per un fatto di pubblica sicurezza.