"Ti uccido di mazzate". Questa la minaccia di un 60enne di Gaeta nei confronti della compagna. L'uomo è stato allontanato dalla casa familiare da un provvedimento della procura di Cassino.


I fatti sono avvenuti a Gaeta e la donna, dopo anni di vessazioni, ha deciso di denunciare il compagno. Le indagini sono state condotte dagli agenti del commissariato del luogo, sono state coordinate da un pool di magistrati della procura di Cassino che si occupa dei reati di genere e della tutela delle fasce deboli, attivato in seguito alla denuncia della donna che era scappata dalla sua abitazione.


La donna è stata ascoltata in modalità protetta e ha raccontato di essere costretta a subire continue vessazioni, minacce e percosse dal compagno. Ha spiegato di essere stata ripetutamente picchiata, strattonata e scaraventata a terra e che in più di un'occasione l'uomo aveva pronunciato questa minaccia: "Ti uccido di mazzate". Gli episodi di violenza consumati fra le mura domestiche sono stati poi confermati anche da altri testimoni. Da qui il provvedimento della procura.