Il siluro è arrivato con una nota del Direttore dell'Area Economica e Finanziaria della Asl di Latina, Salvatore Di Maggio, che avvisa l'azienda Croce Bianca e la Dirigente del servizio Trasporti Infermi dell'ospedale Santa Maria Goretti, Rossella Carucci, che è venuto meno il regime transitorio instaurato in concomitanza con l'emergenza della pandemia Covid e che pertanto i medici impegnati nel servizio di trasporto degli infermi su ambulanza torneranno a percepire il compenso previsto dal contratto di appalto. Si torna a 20 euro orari contro i 40 introdotti dal regime transitorio.
Era successa la stessa cosa una settimana fa con l'Ares 118, la stazione che ha in appalto il servizio di primo soccorso nella Regione Lazio, ma il tentativo di ridurre i compensi dei medici che operano in regime libero professionale sulle ambulanze era rientrato nel giro di una nottata dopo le forti proteste dei sindacati.
Qui a Latina la dirigenza della Asl sembra essere orientata in maniera assolutamente diversa, se è vero che la nota di riduzione dei compensi indirizzata a Croce Bianca è arrivata soltanto l'altro ieri, dopo il tentativo abortito dell'Ares 118 di ridurre i compensi ai medici sulla ambulanze.
E' che stavolta siamo in un ambito diverso, quello del servizio dell'Unità Complessa di Trasporto Ospedaliero, la cui competenza è esclusiva della Asl di riferimento, in questo caso quella di Latina che gestisce l'ospedale Santa Maria Goretti.