Nella mattina di ieri uno dei volontari del Nucleo Guardie Zoofile dell'Associazione Diritti e Difesa Animali onlus ha trovato un cane che indossava un collare dotato di dispositivo radiocomandato per la trasmissione di impulso che trasmettono la scossa elettrica agli animali. A quanto pare il cane era libero nel momento in cui è stato controllato dal volontario, non c'era il padrone nelle immediate vicinanze, ma la guardia zoofila ha proceduto subito al taglio del guinzaglio, poi ha constatato che l'animale era dotato di microchip, quindi sarà possibile risalire al proprietario del cane per la denuncia alla Procura della Repubblica. Proprio l'associazione Adda Onlus fa sapere che il padrone sarà denunciato per il reato di maltrattamenti. Guinzagli di questo genere sono di libera vendita e di solito vengono utilizzati in fase di addestramento.