Nei giorni scorsi il Tribunale di Roma – Sezione Specializzata Misure di Prevenzione, ha emanato un Decreto applicativo della misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di Polizia con divieto di avvicinamento alla parte offesa, per un anno nei confronti di un cittadino italiano di anni 42 residente in Terracina, già gravato da precedenti penali e di polizia.

Al provvedimento si giungeva a seguito della proposta formulate dal Questore di Latina Michele Spina, nell'ambito della costante attività di monitoraggio e prevenzione dei reati persecutori e di genere, a cui il Tribunale di Roma, concordando con le richieste formulate dalla Questura, emanava appunto nei confronti del predetto, la misura di prevenzione della sorveglianza speciale di Polizia con divieto di avvicinamento alla parte offesa, per un anno, con l'ingiunzione di non rincasare più tardi delle ore 21 e di non uscire di casa prima delle ore 6.30.

Alla misura di prevenzione in argomento, si giungeva a seguito dei reiterati atteggiamenti persecutori e violenti posti in essere dall'uomo nei confronti della ex moglie, arrivando a creare turbative sul luogo di lavoro della donna, danneggiando gli arredi di casa, mantenendo atteggiamenti violenti anche alla presenza dei figli, ed una volta che la donna era riuscita ad allontanarsi dal domicilio domestico, appostandosi di notte nelle pertinenze dell'abitazione, pedinandola costantemente, giungendo perfino ad essere arrestato per atti persecutori, il tutto svoltosi in un arco temporale di sette anni.