Viaggiavano in auto con eroina e contanti ma non sono sfuggiti ai controlli dei Carabinieri. E' quanto accaduto nei giorni scorsi quando di pomeriggio, una pattuglia dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di Terracina, in transito nel centro di San felice Circeo, ha intercettato un'autovettura Alfa Romeo 147 su cui viaggiavano due giovani, di nazionalità orientale, che, alla vista della gazzella. Vedendo la gazzella i due hanno assunto atteggiamenti che non hanno convinto i militari dell'Arma. Quindi sono stati fermati e contestualmente sono stati avviati anche i controlli. Nel corso della perquisizione sono state rinvenute alcune dosi di eroina per un peso complessivo di circa 35 grammi ma non solo. Durante i controlli, i Carabinieri di Terracina hanno anche rinvenuto quasi 3mila euro di denaro contante, oltre a strumenti atti ad offendere, tra cui un coltello a serramanico.
Gli accertamenti non si sono fermati ma si sono spostati presso i domicili nel Comune di Pontinia. A casa dei due i militari hanno recuperato anche 16 fiale da 110 ml, integre, di metadone, su cui sono in corso accertamenti per verificarne la
provenienza. Un ritrovamento non da poco questo che potrebbe aprire uno scenario nuovo su cui sono in corso indagini serrate. In relazione ai fatti, i due giovani, un 33enne e un 25enne, di cui uno già noto alle Forze di Polizia, sono stati arrestati per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e porto d'armi od oggetti atti ad offendere, e su disposizione dell' Autorità Giudiziaria, con cui i militari hanno agito in stretta intesa, sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della Compagnia di Terracina, in attesa del rito direttissimo, durante il quale ad entrambi è stata applicata una misura cautelare. Resta aperta la "pista" del metadone.