Nella tarda mattinata odierna un 58enne di Latina si è introdotto all'interno di un noto esercizio commerciale del capoluogo e, dopo essersi impossessato di alcuni capi di abbigliamento - per un corrispettivo di oltre trecento euro -, ha oltrepassato le casse senza pagare. La manovra non è però sfuggita ad una delle commesse, insospettita anche dal fatto che l'uomo indossasse addirittura due giubbotti nonostante il clima particolarmente mite. La donna ha deciso di seguire l'uomo all'esterno del negozio, sollecitando contemporaneamente l'intervento della Polizia di Stato attraverso il  112.

I poliziotti della Squadra Volante che erano presenti proprio in quella zona si sono precipitati sul posto  accertando che uno dei due giubbotti indossati dall'uomo era stato effettivamente trafugato dal negozio, insieme a un paio di occhiali da sole e ad un cappello in maglia. La refurtiva non aveva attivato il sistema antitaccheggio in quanto le rispettive placche erano state rimosse mediante un paio di tenaglie, trovate in terra nei pressi dell'uomo, e successivamente rinvenute tra gli scaffali del negozio dopo un accorto sopralluogo.

 L'uomo è stato quindi tratto in arresto e ristretto presso le Camere di Sicurezza della Questura e sarà poi condotto innanzi al Tribunale di Latina nella mattinata di domani per la prevista udienza di convalida con eventuale giudizio direttissimo.