E' durata oltre quattro ore l'udienza del processo Scarabeo che si sta svolgendo in Tribunale a Latina, dove viene contestata la truffa e a vario titolo nei confronti di alcuni imputati anche il vincolo associativo. In aula davanti al Collegio penale presieduto dal giudice Gian Luca Soana è terminata ieri pomeriggio la lunga deposizione di un investigatore dell'Arma dei Carabinieri che si era occupato delle indagini. Si è concluso l'esame e anche il contro esame e alla fine l'udienza è stata rinviata al prossimo 23 febbraio per ascoltare altri testimoni sempre di pubblici ministeri Claudio De Lazzaro e Valentina Giammaria, titolari dell'inchiesta.

Ieri pomeriggio sono stati diversi i punti toccati dall'investigatore relativi alle tappe principali dell'inchiesta, tra cui anche le intercettazioni telefoniche, i servizi di appostamento e le conversazioni ambientali che hanno permesso di ricostruire le condotte degli imputati. In aula il carabiniere infine ha posto l'accento anche sulla perquisizione avvenuta nell'appartamento di via Ariosto ritenuto dagli inquirenti un punto strategico.