Dopo avere soccorso un uomo che girava a piedi in stato confusionale nel centro abitato di Latina Scalo, i soccorritori di un'ambulanza hanno dovuto chiedere l'intervento della Polizia, giovedì sera, perché il paziente non soffriva di particolari patologie, ma aveva con sé un grosso coltello. Una circostanza allarmante visto, oltretutto, lo stato in cui si trovava quando qualcuno ha segnalato la sua presenza in strada. Fatto sta che una volta accertate le sue buone condizioni di salute, l'uomo è stato rimandato a casa, ma con una denuncia in stato di libertà per possesso ingiustificato di arma da taglio.


L'episodio si è registrato nella tarda serata di giovedì tra Latina Scalo e il capoluogo, effettivamente lungo il tragitto compiuto dall'ambulanza per trasportare il paziente presso il pronto soccorso. A notare il coltello sono stati gli operatori del pronto intervento sanitario che si stavano occupando dell'uomo. Così hanno deciso di segnalare la scoperta alla centrale operativa della Questura, nel timore che il soggetto fosse potenzialmente pericoloso, essendo stato trovato in stato confusionale e con un coltello a portata di mano.

All'arrivo dei poliziotti della Squadra Volante l'uomo ha dichiarato tanto candidamente che si trattava di un coltello da "Rambo" e lo aveva acquistato a scopo di collezione, quindi lo aveva portato con sé senza un motivo ben preciso. Peccato però che si trattasse di un grosso coltello con lama di 24 centimetri potenzialmente offensivo e per questo gli è stato sequestrato.