In un primo momento si era parlato di un grave attentato, un vero e proprio agguato ai danni di pregiudicato, gambizzato sull'uscio di casa, ad Anzio, alle 3.30 del mattino  di martedì scorso. L'uomo aveva raccontato al 118  e poi ai carabinieri di aver aperto la porta a uno sconosciuto che aveva fatto immediatamente  fuoco con un fucile. La storia è risultata essere totalmente inventata. A scoprirlo, dopo le indagini, sono stati i carabinieri di Anzio che hanno denunciato il 55een di Anzio per detenzione impropria di arma da fuoco,  furto in abitazione e simulazione di reato. G razie al supporto dei Carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Frascati, a seguito di sopralluogo presso l'abitazione, i militari hanno infatti gravi indizi di colpevolezza a carico del ferito che si presume abbia rubato un fucile dall'abitazione di un anziano vicino e, giunto a casa sua abbia fatto  , accidentalmente fatto partire un colpo a causa dell'incauto maneggio dell'arma.  L'uomo è stato immediatamente sottoposto a intervento chirurgico ed è attualmente ricoverato presso gli ospedali riuniti di Anzio – Nettuno, non in pericolo di vita.