Considerata l'allerta meteo arancione diramata dal sistema di protezione civile regionale dovuta alle previste condizioni meteorologiche avverse, anche in questa occasione il sindaco di Gaeta venerdì aveva attivato il Centro Operativo Comunale (C.O.C.) .Questa volta non c'è stata l' ordinanza di chiusura delle scuole, non essendo il sabato giorno di lezione. In arrivo possibili nuove criticità dopo quelle di martedì scorso. Fortunatamente però poi non si sono registrati particolari problematiche sul territorio comunale.

Il bilancio comprende alberi e rami caduti, semafori divelti, mareggiata lungo tutto il litorale con allagamenti sparsi, ma nessun danno alle persone. E' il caso anche del lungomare Caboto nella zona del centro città sferzato dalle mareggiate con l' acqua che ha determinato un allagamento all' altezza della fermata dei bus, e dalle continue raffiche di vento. Nel tratto sono finiti a terra i monopattini elettrici, danneggiata la recinzione del cantiere dei lavori di riqualificazione del lungomare. Nel centro storico S. Erasmo le intense mareggiate hanno causato l' allagamento di una parte del Piazzale Caboto e hanno danneggiato la nuova passeggiata del lungomare sradicando alcuni marmi dalle sedute in muratura. Ancora una volta si è tirato un sospiro di sollievo per quanto riguarda il pericolo legato al torrente Pontone, non essendovi state precipitazioni di forte intensità che avrebbero potuto destare preoccupazioni. Nemmeno nell' altra città del Golfo, Formia, il maltempo ha causato particolare apprensione. Due alberi sono caduti, uno nella piazza della frazione di Penitro e l' altro in Largo Marina finito su delle vetture alle quali non ha causato grossi danni. Due lampioni si sono abbattuti, uno nel quartiere San Giulio e l' altro sempre nella stessa strada in zona San Pietro. Anche in questi casi è andata bene, zero danni a persone e mezzi. Ma con le violente ondate di maltempo ormai c' è poco da stare tranquilli.