E' uscito definitivamente di scena dalla pesante accusa di violenza sessuale. E' quello che ha deciso al termine della camera di consiglio, il giudice per l'udienza preliminare del Tribunale di Latina Giuseppe Cario che ha disposto il non luogo a procedere nei confronti di un 32enne di Latina. Era accusato di aver abusato sessualmente di una ragazza di 21 anni che gli aveva dato un passaggio in auto. I reati ipotizzati dagli inquirenti sono crollati. Ieri - difeso dall'avvocato Mario Teresa Ciotti - il ragazzo è comparso in aula dopo che il pubblico ministero ha chiesto il rinvio a giudizio e di conseguenza il processo, sulla scorta degli elementi raccolti. La difesa ha disarticolato l'impianto accusatorio. L'imputato, M.P., queste le sue iniziali, operaio residente a Latina, si era anche reso disponibile a sottoporsi a tutti gli esami di natura scientifica per la verifica del Dna con quello dei tamponi che non sono stati presi in esame dagli inquirenti, ha sottolineato la difesa nel corso del suo intervento.