Ben 850 piante di marijuana, di altezza media di 2 metri, coltivate in una serra sotterranea con un accesso esclusivo tramite botola celata da un mattonato dietro casa. Succede a Campodicarne, nel territorio di Aprilia, dove i carabinieri hanno tratto in arresto un 28enne di Novara, da diverso tempo residente nella frazione del Comune pontino.

Il blitz dei militari dell'Arma risale allo scorso 5 dicembre, a conclusione di un mirato servizio 

un giovane di novara da un po residente a campo di carne dove è avvenuto il blitz sviluppato nell'ambito delle strategie di contrasto richieste dal Comandante Provinciale di Latina, Colonnello Lorenzo D'Aloia, e pianificate nelle attività del Reparto Territoriale Carabinieri di Aprilia, attraverso l'articolazione del personale della Sezione Operativa, coadiuvato nelle fasi operative da personale delle Compagnie Carabinieri di Latina, Formia e Terracina, unitamente ai Carabinieri Forestali di Cori e del Nucleo Cinofili di Ponte Galeria.

Sempre in casa del giovane, sono stati rinvenuti 15 involucri di cocaina per 175 grammi di sostanza stupefacente, 35 involucri da 410 grammi l'uno (per 14 chili circa) di marijuana essiccata, 215 grammi di hashish, 125 grammi di sostanza da taglio e 3 bilancini di precisione, oltre che materiale per il confezionamento e un fucile marca Ruger Ar 15, con matricola abrasa e 2 caricatori contenenti complessivamente 48 cartucce calibro 5,56.