La Procura di Latina ha esercitato l'azione penale e ha chiesto il giudizio immediato per Franco Zampierollo, 66 anni, di Latina. E' ritenuto il presunto responsabile del reato di omicidio preterintenzionale aggravato nei confronti di Enrico Tamburrino, 84 anni, anche lui del capoluogo, ex giudice onorario, ricoverato anche lui - come l'imputato - in una Rsa del capoluogo dove nel maggio del 2021 era avvenuta la tragedia.
L'udienza in Corte d'Assise a Latina è fissata per il prossimo 13 gennaio. In base a quanto ipotizzato dalla Procura, l'84enne è stato picchiato con una serie di pugni al volto che hanno provocato un trauma cranico facciale e l'hanno portato alla morte. L'episodio era avvenuto all'interno di una Rsa.
Le indagini erano state portate a termine oltre che dagli agenti della Squadra Mobile dai Carabinieri del Nas di Latina e avevano permesso di ricostruire i fatti. Zampierollo - secondo quanto ipotizzato - aveva picchiato l'ex magistrato onorario trasferito nella struttura poche ore prima dell'omicidio. Le percosse avevano provocato delle gravissime e profonde lesioni alla testa. Nelle pieghe dell'indagine è emersa anche un'altra circostanza e cioè che Zampierollo era un paziente con problemi psichiatrici e a quanto pare aveva avuto un atteggiamento aggressivo fin dall'ingresso in Rsa. Qualche settimana prima dei fatti aveva manifestato un comportamento analogo a quello avuto con la vittima.