E' entrato in azione una manciata di minuti prima della chiusura nel supermercato Eurospin in via Paganini, nel quartiere Q4 a Latina. Ha puntato sul fattore sorpresa quando si è presentato in cassa. Un uomo con il volto coperto dal cappuccio di una felpa e da un fazzoletto sul volto, armato di un coltello da cucina, ha messo a segno una rapina lo scorso 30 dicembre e ha minacciato i dipendenti del supermercato per farsi consegnare i soldi contenuti nelle casse. In base a quanto è emerso, il rapinatore di corporatura esile, ha mostrato durante quei pochi secondi in cui è rimasto nel supermercato anche qualche segno di insicurezza. E' questo quello che hanno riferito alcuni testimoni. E' sembrato agitato e un commesso ha cercato anche di temporeggiare una volta che si è sentito dire di aprire le casse per farsi consegnare l'incasso. Dopo qualche secondo, il bandito ha allungato le braccia per prendere i soldi e arraffare una manciata di banconote ed è scappato facendo perdere le tracce. Subito è scattato l'allarme alla sala operativa della Questura e immediatamente sono intervenuti gli equipaggi della Squadra Volante di Latina, impegnati nei servizi di controllo del territorio predisposti dal Questore Raffaele Gargiulo per la prevenzione dei reati. Gli investigatori hanno raccolto una sommaria descrizione del rapinatore solitario che ha scelto di entrare in azione pochi minuti prima della chiusura. Alcuni testimoni hanno anche aggiunto che il malvivente tremava. Qualche elemento in più che potrebbe rivelarsi utile per le indagini potrebbe arrivare dall'analisi dei filmati registrati dalle telecamere di video sorveglianza nella zona e potrebbero offrire indizi preziosi per risalire all'identità dell'autore svanito nell'oscurità. Proprio questi elementi hanno portato gli investigatori a concentrare le indagini su una pista e ci sarebbe già qualche sospetto. Il lavoro degli agenti prosegue non soltanto per fare luce su questo episodio ma anche su un'altra rapina.

Dopo un lungo periodo di tregua, quella dello scorso 30 dicembre è il secondo raid in un supermercato registrato a Latina. Nei giorni scorsi era stato preso di mira Fresco Market, in via Isonzo, alle porte della città, a ridosso del ponte della 148. In quella circostanza avevano agito due persone che erano riuscite a farsi consegnare un migliaio di euro prima di essere affrontate da un cliente, un poliziotto fuori servizio che stava facendo la spesa ed era stato aggredito dai malviventi. Anche in questo caso le indagini per risalire ai rapinatori sono affidate alla Polizia. In questo caso le immagini non possono aiutare perchè l'impianto di video sorveglianza era fuori uso. Al momento non sembrano esserci analogie su i due episodi che sotto il profilo della matrice appaiono distinti, soprattutto per le modalità con cui sono stati portati a termine i colpi.