Sono ritenuti i presunti responsabili di cessione di droga a diverse persone. Episodi avvenuti nelle vicinanze di un pub-pizzeria di Cori e ripresi dalle telecamere piazzate dai carabinieri del reparto territoriale nell'ambito di un'attività di indagine.
Per questo motivo il gip Giorgia Castriota, su richiesta del Procuratore Aggiunto Carlo Lasperanza, ha emesso dei provvedimenti restrittivi nei confronti di due cittadini di Cori: Bertol Leka, di nazionalità albanese, è stato arrestato mentre per Graziella Fiaschetti il giudice ha disposto gli obblighi di firma. Entrambi sono ritenuti presunti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti per alcuni episodi di spaccio riscontrati dalle forze dell'ordine davanti a un noto locale di Cori, uno tra i più frequentati nel centro lepino.
Tramite delle videocamere nascoste nelle vicinanze dell'esercizio commerciale sono state filmate diverse cessioni di droga, inoltre secondo gli inquirenti veniva utilizzato un "codice" tramite parole in dialetto per portare avanti questa attività di spaccio. Questi elementi hanno portato la Procura di Latina a richiedere due provvedimenti restrittivi, poi emessi nelle scorse ore dal giudice per le indagini preliminari. Nella giornata di ieri si sono svolti gli interrogatori di garanzia per i presunti responsabili, entrambi difesi dell'avvocato Cesare Gallinelli.