Lutto cittadino a Lanuvio per domani in concomitanza con i funerali, previsti per le 15 e 30 nella parrocchia di Campoleone, della 15enne Anna Maione, una giovanissima studentessa del liceo scientifico di Cisterna e giocatrice di pallavolo colpita da un gravissimo e letale malore mentre si trovava in casa. Per due giorni la famiglia e gli amici hanno sperato che Anna riuscisse a riprendersi. La madre le ha anche portato la divisa del Pianeta Volley con cui giocava con il numero 54. Alla fine però Anna si è spenta ieri pomeriggio. Due comunità in lutto, Aprilia e Lanuvio, a cui si aggiunge anche la popolazione scolastica del Liceo di Cisterna per una ragazza che, nonostante le avversità della vita che l'avevano costretta giovanissima a fare i conti con l'epilessia, si era fatta forza per inseguire quel sogno e quella passione per lo sport che condivideva con tutta la famiglia. La sorellina Lucia giocava come lei, e la mamma Imma e il papà Giuseppe erano tifosi e appassionati allo stesso modo. "Questo pomeriggio - ci ha confidato ieri proprio il padre Giuseppe -, saremmo stati tutti sul divano davanti alla Tv a tifare per la Top Volley di Cisterna, invece siamo al Bambin Gesù". Domenica scorsa erano al palazzetto a Cisterna a tifare con altre amiche e compagne di squadra e la famiglia stava per acquistare anche i biglietti per la prossima partita casalinga. Anna non ci sarà, è volata in cielo, ma resta nel cuore delle compagne di squadra, degli amici, dei parenti e di tutti coloro, tanti, che hanno conosciuto e amato il suo incredibile sorriso.