Stamattina in Questura alla presenza del capo della Polizia, il prefetto Lamberto Giannini, si è svolta la cerimonia di inaugurazione della Sala per le audizioni protette delle vittime vulnerabili, un progetto reso possibile grazie al sostegno della sezione locale della F.i.d.a.p.a (Federazione di donne impegnate in arti e professioni) nell'ambito dell'azione sinergica di Polizia e Procura volta al potenziamento della rete di contrasto alla violenza di genere. All'evento sono intervenuti il questore Raffaele Gargiulo, il prefetto Maurizio Falco, il procuratore capo Giuseppe De Falco e l'aggiunto Carlo Lasperanza, l'avvocatessa Maria Antonietta Cestra presidente della sezione di Latina e Sabaudia della Fidapa.

Tra gli ospiti d'onore il prefetto Francesco Messina, Direttore Centrale Anticrimine della Polizia, l'ex questore di Latina e attuale questore di Roma, Carmine Belfiore, il presidente della Provincia Gerardo Stefanelli, il Commissario Straordinario del Comune di Latina Carmine Valente e i comandanti provinciali di Carabinieri e Guardia di Finanza, i colonnelli Lorenzo D'Aloia e Giovanni Marchetti. Dopo la benedizione della nuova sala, realizzata grazie al lavoro dell'imprenditore locale Salvatore Pepe trasformando uno spazio inutilizzato della Questura, c'è stato il taglio del nastro che ha sancito l'inaugurazione della stanza.