Manifesti funebri contro l'azienda speciale Aprilia Multiservizi per contestare la mancata applicazione del contratto decentrato, un accordo che i dipendenti della municipalizzata attendono da 20 anni.

E' questa la "provocazione" anonima lanciata ieri in diversi punti del cento cittadino, dove sono comparse le epigrafi. Un'iniziativa probabilmente attribuibile a chi da tempo chiede con forza l'applicazione del contratto di secondo livello. «Il 31 dicembre 2022 è venuta a mancare la dignità dei lavoratori Asam. Il funerale - si legge sul manifesto - è stato celebrato da tutta la politica apriliana, no fiori ma contratto decentrato per acquisire dignità!».