Un violento incidente stradale si è registrato nel tardo pomeriggio in via Aspromonte, nei pressi della Casa Circondariale di Latina dove si è conclusa la folle corsa in macchina di un cittadino straniero visibilmente ubriaco. A rimetterci è stata una giovane famiglia, una coppia del capoluogo che viaggiava in auto con due bimbe a bordo. La loro vettura è stata presa in pieno dalla vettura guidata dall'uomo: a parte lo spavento, per fortuna, nessuno ha riportato particolari conseguenze, anche se mamma e figlie, una di quattro mesi e l'altra di sei anni, hanno richiesto comunque il trasporto in ospedale per gli accertamenti medici del caso.

L'incidente è avvenuto nel tratto di via Aspromonte compreso tra gli incroci le vie Rappini e Beccaria. In circostanze al vaglio della Polizia Locale, intervenuta per i rilievi e gli accertamenti del caso, la Golf Volkswagen guidata dallo straniero, un cinquantenne di nazionalità romena, proveniva da via Bixio e avrebbe iniziato a zigzagare vistosamente dopo avere affrontato la curva all'inizio di via Aspromonte. In evidente stato di alterazione psicofisica, il conducente ha continuato a sbandare, scontrandosi frontalmente con una Bmw X2 che procedeva nel senso di marcia opposto. Dal canto suo il giovane padre al volante del suv non è riuscito a evitare l'impatto, spiazzato dalle manovre imprevedibili del conducente della Golf. Aveva comunque rallentato, contenendo le conseguenze per i propri passeggeri, moglie e figlie appunto.

Le ambulanze del pronto intervento sanitario hanno preso in consegna sia lo straniero, trovato in stato confusionale, che la giovane madre con le bimbe. Tutti e quattro sono stati trasportati presso il pronto soccorso del vicino ospedale Santa Maria Goretti per gli accertamenti medici, ma per il cittadino romeno sono stati disposti anche gli esami tossicologici utili a verificare le sue condizioni. È stato anche necessario l'intervento dei Vigili del fuoco per la messa in sicurezza dei mezzi e non sono mancati disagi per la viabilità, interrotta durante le operazioni di soccorso e i rilievi.