E' stato arrestato dai carabinieri di Sabaudia con l'accusa grave di maltrattamenti in famiglia. In manette un uomo di 48 anni di origini indiane ma residente a Sabaudia, ritenuto responsabile di violenza privata nei confronti della moglie, oggetto di percosse e continue violenze perpetrate anche davanti ai figli minori. Il quadro dell'accusa è stato delineato al termine delle  indagini coordinate dal Procuratore Aggiunto dott. Carlo Lasperanza, dato poi in esecuzione con un ordine di misura cautelare in carcere emesso dal Gip di Latina, Dott. Mario La Rosa
Da anni ormai l'uomo agiva violenza nei confronti della moglie, consistita in reiterate percosse, anche alla presenza dei figli minori, cagionandole lesioni.

Secondo gli inquirenti l'uomo avrebbe impedito alla moglie anche  di avere relazioni con il mondo esterno, restringendo i contatti all'ambito strettamente familiare. L'avrebbe sottoposta ad un sistema di vita particolarmente vessatorio, prospettandole gravi conseguenze per la sua incolumità e per quella dei figli minori, in caso dovesse disobbedire ai suoi ordini. La costringeva sotto minaccia al rispetto di ogni sua disposizione, sulle modalità di vita in comune.  Quando la donna, nel mese di dicembre scorso, all'ennesima aggressione fisica del marito, aveva deciso di rivolgersi ai Carabinieri per essere salvata dalla furia e dalle vessazioni del marito, lo stesso l'aveva avvicinata per dirle che l'omicidio di suo fratello, avvenuto in India, nei primi giorni del mese di gennaio, era stato ordinato e commissionato proprio da lui.
L'omicidio effettivamente avvenuto in India è oggetto di interesse investigativo da parte delle Autorità Indiane e Italiane. Tuttavia è evidente che tale dichiarazione fatta dal marito avesse lo scopo di acclarare la sua forza per rendere la moglie ancora più vulnerabile.
Ma la donna ha avuto il coraggio di affidarsi ai Carabinieri, i quali in stretta sinergia con la magistratura di Latina, sono riusciti a tutelare sia lei che i suoi bambini di 6 e 9 anni.
Pertanto, il marito violento è stato tratto in arresto dal personale della Stazione Carabinieri di Sabaudia, in esecuzione di ordine di misura cautelare in carcere.