Il senatore Bruno Astorre si sarebbe suicidato in Senato, lanciandosi dalla finestra del suo ufficio a Palazzo Cenci a Roma. A riportalo è l'Ansa, che annuncia l'apertura di un fascicolo da parte della Procura di Roma, avviando le indagini per istigazione a suicidio, come da prassi.

La tragedia è avvenuta questa mattina. Sul posto i sanitari del 118 con un'ambulanza e un'auto medica, oltre che le forze dell'ordine e i vigili del fuoco.

Bruno Astorre, senatore e segretario del Pd Lazio, avrebbe compiuto 60 anni tra pochi giorni, l'11 marzo. Da poco era stato dimesso dall'ospedale, dove era stato ricoverato per alcuni problemi di salute. L'ipotesi del suicidio, al momento, sembra quella più accreditata. Il portone del palazzo è chiuso.