Minuti concitati ieri pomeriggio sull'arenile del lido Florida, per un serpente che è stato notato sul bagnasciuga. Alcune persone hanno segnalato la singolare presenza, mentre altri si allontanavano nel timore che si trattasse di un rettile velenoso. In verità si trattava di una Natrice Tassellata della lunghezza di 75 centimetri. Sono intervenuti i bagnini dello stabilimento balneare, i quali hanno catturato il serpente e dopo averlo messo in un retino, lo hanno sistemato in un contenitore, in attesa dell'arrivo del personale del servizio naturalistico del Parco Riviera di Ulisse, avvertito dalla Capitaneria di Porto. Sull'arenile si è formato un capannello di persone, che chiedevano di quale specie si trattasse. Alle operazioni di recupero ha partecipato anche l'ex capo distaccamento dei Vigili del Fuoco di Ancona Fernando Pignatiello. Sul posto giungeva Fabio Giannetti, dell'ente Parco, che recuperava la Natrix tessellata (nome scientifico). "Qualcuno- ha spiegato Giannetti- si è allarmata dicendo che poteva trattarsi di una vipera. Un'ipotesi da escludere assolutamente in mare, ma anche a terra, poiché il 95% delle segnalazioni che riceviamo sono caratterizzate da esemplari non velenosi. Anche la Natrice Tassellata non è velenosa e si trova nei canali, nutrendosi di rane, girini, piccoli pesci di acqua dolce. Probabilmente proveniva dal canale di Recillo ed è stata trasportata sulla spiaggia dalle correnti".
Lo stesso Fabio Giannetti, dopo aver effettuato gli accertamenti tecnici sull'esemplare, lo ha rilasciato nel tardo pomeriggio di ieri in un ambiente idoneo della zona.