Dopo quelli al Bar della Stazione e all'Any Caffè, un nuovo furto notturno ha visto come vittima un bar sul territorio setino. Si tratta del 156 Street Caffè, situato accanto alla Rotonda San Carlo posta sulla SR 156 dei Monti Lepini li dove finisce il tratto urbano setino denominato via Campania. L'attività, ricavata negli spazi ristrutturati all'ingresso dell'ex stabilimento della Cirio, è stata visitata dai ladri ieri notte, verso l'1,30 di lunedì. Ignoti, dopo aver agganciato la grata che protegge l'entrata con delle corde, ancorata all'altra estremità ad un auto, sono riusciti a scardinare l'infisso di protezione e quindi a forzare anche la porta vetro d'ingresso. Una volta dentro, forse infastiditi dal sistema di allarme entrato in funzione, hanno arraffato velocemente i gratta e vinci, le monete di metallo accumulate in un unico contenitore, alcuni tabacchi e altri oggetti in vendita per poi darsi alla fuga dileguandosi nel buio. Al loro arrivo, sia i proprietari che i carabinieri del nucleo radiomobile di Latina, non hanno potuto far altro che constatare cosa fosse accaduto. Nel loro proposito criminoso gli autori sono stati "infastiditi" dai sistemi di sicurezza installati che oltre alle telecamere di videosorveglianza e ai sensori anti-infrazione collegati alla sirena e al compositore automatico dei numeri di emergenza, consiste anche in un sistema che spruzza nell'ambiente una coltre fumogena che rende impossibile la visione a chi si ritrova all'interno. Sorpresi dall'effetto fumogeno, i ladri non hanno potuto che darsi alla fuga. I carabinieri al loro arrivo hanno provveduto ad attingere le immagini filmate dal sistema di videosorveglianza interno ed esterno e ad operare i rilievi di rito. È al vaglio degli stessi inquirenti l'ipotesi che possa trattarsi degli stessi autori del colpo fallito poco prima sulla Prossedi-Terracina, presso il bar della stazione di Servizio Fiamma 2000 situata in territorio di Roccasecca dei Volsci. La successione cronologica dei due eventi, e l'esito negativo del primo furto, con le slot machine rubate, perse per strada, lascia pensare che gli autori potrebbero essere gli stessi. A rivelarlo saranno le immagini esterne da cui si cerca di attingere se i mezzi adoperati a Sezze sono la Mercedes Classe B e la Renault Twingo usate a Roccasecca. Per quanto riguarda l'importo del bottino di Sezze, è ancora in via di quantificazione ma si può azzardare una cifra compresa tra i 5mila e i 10mila euro. Il bar posizionato accanto, a distanza di pochi metri, subì un colpo analogo nel dicembre del 2016.