Un doppio colpo dal bottino ingente. Questa volta la banda sapeva bene dove e come colpire studiando alla perfezione il piano attuato per portare via un trattore ed una trivella da due proprietà private di Cisterna. E' accaduto in via Roma nella notte tra venerdì e sabato nella parte di campagna, subito fuori il centro urbano del Comune pontino. Da quanto raccontato dalle vittime del furto, sembrerebbe che i malviventi sapessero bene come entrare e dove cercare; evidentemente la banda aveva fatto dei sopralluoghi prima del colpo perché sono riusciti a portare via il trattore senza far rumore e soprattutto attraversando un fossato. Trovata una delle recinzioni di confine tagliata, punto in cui si presume siano entrati i ladri. Una volta dentro la proprietà i malviventi si sono diretti davanti il capannone; forzata la porta hanno tirato fuori il trattore portato via. A quel punto non potendo uscire dal cancello hanno deviato verso la campagna e sfruttando i sacchi ci concime presi dal vicino hanno formato una sorta di ponte dove far passare il mezzo agricolo. Non paghi hanno prelevato anche una trivella dai vicini e aperto il camion del proprietario dell'abitazione, cercando altro materiale di valore. Nessuno si è accorto di quanto è accaduto. La notizia nelle ore seguenti è cominciata a rimbalzare sul gruppo delle sentinelle virtuali "Basta furti a Cisterna", con una delle vittime del furto che ha raccontato agli altri iscritti la brutta disavventura notturna. Ovviamente il tutto è stato denunciato alle forze dell'ordine che hanno avviato un'attività di indagine per risalire ai due mezzi agricoli. Di sicuro si tratta di una banda formata da più persone. Il trattore è stato portato via a spinta nel silenzio totale senza essere acceso, aspetto questo che esclude la mano di una sola persona bensì di una squadra organizzata e che sapeva cosa fare.