In carcere la mantide e il compagno Questa mattina il gip Pierpaolo Bortone ha interrogato Georgeta Vaceanu, 24enne romena, e Fabrizio Faiola, imbianchino di 35 anni, entrambi residenti a Fondi, accusati di aver sequestrato il 14 marzo scorso il sarto romano Umberto Esposito, di averlo tenuto per giorni prigioniero, privato delle carte di credito, di avergli svuotato i conti e alla fine di averlo ucciso, essendo l'81enne morto per asfissia dopo essere stato tenuto legato e imbavagliato, per poi abbandonare il cadavere nelle campagne di Terracina dove il corpo è stato scoperto il 24 marzo. I due, difesi dagli avvocati Maurizio Forte e Benedetta Orticelli, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Il giudice ha quindi convalidato i fermi e disposto per entrambi la misura della custodia cautelare in carcere.