L'inchiesta della polizia prosegue. All'aggressione non hanno partecipato soltanto i due indagati che sono stati intercettati in via Oberdan, a poca distanza da dove sono avvenuti i fatti e dove abita uno dei due. All'appello mancano altre persone. Una cosa è certa infatti: i due arrestati non erano da soli ma insieme ad altre persone, romene anche loro e anche loro sotto l' effetto dell'alcol e che facevano parte del gruppo che si è scagliato contro i due giovani, a colpi di bottiglie, catene e tutto quello che capitava sotto mano. In tutto il gruppo era composto da almeno dieci-undici persone.
E' una convinzione maturata sulla base delle testimonianze che sono state raccolte dalla polizia subito dopo i fatti e dalla ricostruzione che hanno in mano gli investigatori con una serie di riscontri. Sono stati gli agenti della Squadra Volante ad intervenire e a bloccare i due giovani romeni, conosciuti negli archivi delle forze dell'ordine: Vasile è ritenuto l'autore dell'aggressione a colpi di sedia che ha provocato diverse ferite sul volto di uno dei giovani, mentre la posizione dell'altro indagato è lievemente marginale ma il quadro indiziario è molto robusto. 

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (martedì 18 aprile)